Il vero proprietario del suo nome e della sua persona.

L'atto di proprietà dell'identità

Atto di proprietà dell'identità

La strada verso la libertà

Il lettore di questo testo sarà già consapevole del dilemma del problema uomo/persona, altrimenti non avrebbe trovato la sua strada fino a questa pagina, a questo punto della linea temporale.

Forse ha anche fatto qualche incursione in vari campi della politica, della storia, del commercio privato con le sue conferenze e corsi, ma purtroppo non ha ancora trovato una soluzione che funzioni davvero. Bene, caro lettore, ti dirò perché.

Questo è per disegno del sistema personale che ci circonda con il suo commercio contrattuale e la legge marittima.... e tutte queste aree alimentano colui che ha capito che il mondo non è come dovrebbe essere, che "qualcosa" è fondamentalmente sbagliato.

Tuttavia, né una nota gialla, né il commercio privato, né qualsiasi altra cosa ci sia in giro, hanno davvero fornito una soluzione. Perché non dovrebbero farlo. Tutto questo è stato installato per far correre la gente in cerchio nel labirinto che ci circonda.

Il commercio privato, con le sue passività e i vari modi colti e la grande e famosa carota, davanti alla bocca dell'asino, il conto collaterale, è il settore che dovrebbe fermare i molto testardi.
Chiunque sia stato nei processi commerciali sa di cosa sto parlando e quanta energia ci vuole.

Il segreto è che finché l'Essere Cosciente scarta il nome che sua madre e suo padre gli hanno regalato e che il sistema ha plagiato e registra una "società" con lo stesso nome e commercia questo certificato di incorporazione, chiamato certificato di nascita, in borsa, non uscirà mai da questo gioco.

Finché l'essere spiritualmente morale non lascia il campo di gioco del Vaticano e delle entità che gli stanno dietro, che è così perfettamente pianificato e pieno di insidie, non potrà mai "vincere".

Ecco perché abbiamo creato l'atto di proprietà dell'identità.

Quindi ci giriamo...

Atto di proprietà dell'identità

e uscire dal campo.

L'atto di proprietà dell'identità e tutto il processo legato ad esso fa esattamente quello che dice il suo nome. È l'evidenza del processo, che implica una grande quantità di proprietà, che il sovrano che si dà un nuovo nome è il proprietario e il possessore di questa identità. Cosa che non è mai stata possibile con il nome della persona che abbiamo portato, usato e agito. Non abbiamo mai ricevuto la prova che la persona - naturale o no - fosse il proprietario. legale - è nostro, né che NON è nostro.

L'essere spirituale e morale che c'è dietro è stato tenuto nel limbo e nell'ignoranza, ha lasciato che girasse in tondo e ha sempre piegato la situazione a vantaggio del sistema e ha interpretato tutto a svantaggio dell'[essere umano] che c'è dietro. Naturalmente, il processo sottostante è più complesso di quanto brevemente presentato qui, ma è necessaria una comprensione di CHI e COSA si è e una posizione adeguata.

L'atto di proprietà dell'identità è allo stesso tempo anche una proclamazione di volontà, COSA si è, COSA si è riconosciuto, COSA si rifiuta e COSA si vuole da questo punto in poi. Uno strumento completo, elaborato ed efficace per tutti i livelli. Olistico e a beneficio della terra e di tutti gli esseri su di essa.

La visione

Libertà in pace

Attraverso l'atto di proprietà dell'identità non pretendiamo nulla che non sia legittimo e a cui ogni essere vivente, spiritualmente morale e di ragione ha comunque diritto fin dall'inizio in modo non negoziabile. La libertà di scegliere e di essere veramente liberi dalle pastoie degli obblighi e dei contratti che ci vengono imposti, che ci soggiogano e vincolano per tutta la vita. Scartiamo ciò che non è nostro e non lo è mai stato. Noi scegliamo in libertà ciò che è nostro e che non è negoziabile.

Nessuno è libero se non è padrone di se stesso.

Mattia Claudio